Classificazione
Umbria Bianco IGT

Annata
2014

Uvaggio
Grechetto 50%, Chardonnay 50%

Clima

L’inverno è stato in generale mite e piovoso, con temperature quasi mai al di sotto dello 0°C.

La primavera è iniziata con temperature calde che hanno determinato un germogliamento anticipato di tutte le cultivar.

Il mese di giugno ha dato il via ad un’estate decisamente anomala, con temperature sotto la media e piogge abbondanti e continue.
Ciò ha causato un forte ritardo dell’invaiatura e della maturazione delle uve, dovuto allo scarso irraggiamento ricevuto nel mese di luglio.

Agosto e settembre sono invece stati due mesi ricchi di belle giornate, calde di giorno, senza però picchi eccessivi di calore, e fresche di notte;
questo ha consentito una vendemmia senza troppe difficoltà, garantendo uve sane e di buona qualità.

Vinificazione
Le uve provengono da vigneti di circa 16 anni situate sulle colline di Spello ed Assisi a 400-500 m di altitudine. Il terreno, di medio impasto
tendente al sabbioso per l’alterazione delle arenarie marine costituenti la roccia madre, presenta una buona permeabilità.
La vendemmia è iniziata dopo Ferragosto con lo Chardonnay, a seguire il Grechetto nei primi giorni di settembre.
Le uve vengono vinificate separatamente per favorire il migliore sviluppo aromatico delle due varietà; una volta raccolte vengono trasportate
in cantina e subito diraspate. In questa fase, grazie all’utilizzo di ghiaccio secco, vengono raffreddate fino a circa 8-10°C e poste a macerare nella pressa per alcune ore: il rapido abbassamento della temperatura e l’azione meccanica esercitata dal freddo sulle bucce determina un’ottimale estrazione aromatica e, creando un ambiente privo di ossigeno, protegge le uve da fenomeni ossidativi. La fermentazione alcolica avviene in
barriques di rovere francesi da 228 litri, dove successivamente svolge anche la fermentazione malolattica. Il vino affina in barriques sui propri
lieviti per alcuni mesi, poi sosta in bottiglia per almeno un anno.

Alcool: 14% vol. - Acidità totale: 5,75 g/L - Estratto secco: 24,00 g/L

Cenni storici
La prima annata prodotta del Villa Fidelia Bianco è stata il 1990.
Nel 1998 inizia la collaborazione con Riccardo Cotarella il quale apporta importanti modifiche nella conduzione dei vigneti e nella vinificazione ed
anche il Villa Fidelia Bianco acquista la sua vera identità.
Il nome Villa Fidelia® deriva da una monumentale villa ottocentesca che sorge a circa 500 metri dall’azienda e che rappresenta la città di Spello
dal punto vista storico e culturale.

Note degustative:

Giallo paglierino con riflessi verde oro. Note aromatiche di miele, nocciola, burro, vaniglia, su tenui sentori di pompelmo rosa e frutta esotica.

Al gusto presenta buona densità e persistenza, con un finale ricco e balsamico

apri l'etichetta in pdf apri l'etichetta in pdf

apri la scheda in pdf  apri la scheda in pdf

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito usa i cookie per gestire autenticazione, navigazione ed altre funzioni. utilizzando il sito si accetta che questi tipi di cookie vengano posti sul vostro dispositivo.

Mostra l'informativa sulla privacy

Hai rifiutato i cookie. Questa scelta può essere cambiata in un secondo momento.

Si è acconsentito a porre i cookie sul vostro dispositivo. Questa scelta può essere cambiata in un secondo momento.